Cos’è un general contractor quando parliamo di arredo contract?

È una domanda che ci viene posta spesso. Il termine italiano corretto sarebbe capocommessa o anche contraente generale, anche se ormai si parla di general contractor o, nel nostro caso, per dirlo brevemente, di arredo contract.

Ma non bisogna farsi trarre in inganno dalla parola “arredo”. In realtà un general contractor nel campo dell’arredo contract si occupa non solo di arredamento ma, se serve, anche di tutto quello che concerne la messa in opera di tutte le componenti necessarie a portare un luogo di lavoro (ad esempio la nuova sede di un’azienda) dal “muro grezzo” ad una struttura completa. È in pratica il primo contraente, quello che firma il contratto col cliente finale.

Quindi, tornando al nostro esempio, vanno forniti non solo i mobili per gli uffici, ma anche la posa delle pavimentazioni, la creazione delle pareti divisorie, gli impianti elettrici ed idraulici, l’illuminazione e in generale tutto quello che serve per arrivare al lavoro finito, ad esempio al negozio chiavi in mano. Il tutto tramite partnership con fornitori fidati per ogni tipo di servizio fornito, quindi architetti, elettricisti, cartongessisti, idraulici ecc.

A monte di tutto questo,  c’è la discussione col cliente per capirne le necessità effettive, i tipi di servizi da utilizzare, l’illustrazione del progetto tramite disegni tecnici e rendering digitali e chiaramente la definizione del budget totale a disposizione. Da quel punto in poi è compito del general contractor trovare i metodi migliori per raggiungere lo scopo, sempre nel rispetto delle specifiche originarie del progetto.

Momi srl vanta una grande esperienza in questo campo, e vi invitiamo a leggere tutte le informazioni presenti nella sezione Contract del sito e anche a controllare le nostre Referenze.

Lasciamo che i nostri lavori parlino per noi! Ma se avete qualche dubbio non esitate a contattarci.